#Sputandofuoco

Mi ero perso in quel sogno.

La valigia era lì accanto a me ed ero fermo ad aspettare il treno.

Lo stomaco in subbuglio, l’animo irrequieto, e il petto che bruciava come se potessi sputare fuoco.

Ero pronto, pronto per partire verso l’ignoto.

Poi il treno arrivò tutto colorato.

Mi chiese: “Sai dove stai andando?” “Riesci a decifrare il tuo stato d’animo?”

Risposi “No”.

E questo è tutto. Il sogno finì ma la pancia continuava a fare male.

Mi svegliai e cercai immediatamente la risposta a quella domanda onirica.

Rimasi poi sconcertato quando capii che quella risposta avrebbe cambiato definitivamente la mia vita.

Da quel giorno diedi molta più importanza ai sogni ed ai bisogni inconsci, ma smisi definitivamente di mangiare peperoni e cinghiale per cena.

Fatene tesoro

Un pensiero su “#Sputandofuoco

I commenti sono chiusi.