#NonApriteQuellaPorta

Ho sempre amato cucinare. Ogni qualvolta mi cimento in quest’arte, escono fuori dal mio estro e dalle mie mani, piatti squisiti ed originali che fanno la gioia di mio figlio. L’altra faccia della medaglia o punto dolente, se vogliamo chiamarlo così, è rappresentata dalla preparazione di questi manicaretti, che può benissimo essere parafrasata nel titolo del film “Non aprite quella porta”. La porta in questione è quella della cucina che se viene aperta dopo la preparazione di quei meravigliosi intingoli, appare un vero e proprio campo di battaglia dove il disordine e le macchie di unto regnano sovrane. Ma d’altra parte l’universo non è un meraviglioso caos? E che il disordine sia una prerogativa dei geni, non è forse un luogo comune acclarato?