#Nonèdifficile

Forza, non è difficile.

Se ti dico che sono vegetariana vuol dire che sono vegetariana, la confusione che tu hai in testa sull’argomento è un tuo problema, non mio.

Quindi non mangi…

I miei occhi ruotano per l’ennesima volta al cielo, rispondo con una domanda retorica per disperazione: “La carne per esempio?

Neanche il prosciutto quindi?

Eppure pensavo avessi almeno frequentato le elementari, o forse è stata solo una mia illusione? Alla visita alla fattoria didattica, in quinta, ti avranno fatto vedere quei teneri, dolcissimi porcellini, i lattonzoli per intenderci. E quel nome ti ha aperto il cuore, giusto? Vero che volevi portarli tutti a casa per coccolarli, che ti immaginavi già di dormire abbracciato a loro? Poi, tutto ad un tratto, il tuo sogno, il tuo futuro in rosa si è infranto contro le parole del fattore, quando, con ghigno satanico, ti ha raccontato che li farciscono fino quasi a farli scoppiare per poi appendere, dopo qualche tempo, le loro cosce almeno per due anni in una cantina, e per ritrovarli tutti insieme sofficemente tagliati a fette, al supermarket, in comode vaschette di plastica. Te l’avranno raccontato, no?

Ma neanche la mortadella mangi, neanche quella coi pistacchi?

NO!

Quindi sei allergica ai pistacchi?

Niente, non ce la fai, eppure non mi sembrava fosse così difficile.