#Direttivo 0.6

Bestie, a Novosibirsk!
Questa la sentenza del Commissario Politico, sentito il Consiglio dei Venerabili.

Perdete tempo a contare le battute, e avete pubblicato DISGRESSIONE!
Per una settimana il Mago e il Maestro dovranno spalare neve e coniugare il verbo Consapere 50 volte al giorno.

Come quelli che si scandalizzavano per un pandino in doppia fila, finiti a pagare due volte un albero morto!

L’ultima riunione del Comitato Direttivo è finito in un bagno di sangue, e con le scuse a tutto il collettivo per la disgressione.

Ora veniamo al tema del giorno.

Abdullah proprio non capiva.
Era un povero contadino ignorante. Ora se ne rendeva conto.

Quell’ospedale che gli bruciava davanti casa, pieno di donne e bambini non gli andava giù.

In un anno la sua città aveva raddoppiato la popolazione, accogliendo i popoli in fuga dall’Impero del male.

La sua gente l’Impero del male l’aveva sconfitto in una eroica resistenza, armata e celebrata dal Mondo libero.

Ora però che i riflettori si erano spenti sugli eroi, i vicini avevano iniziato a bombardarli.

Dicevano che gli eroi fossero terroristi.

E in effetti nelle liste dei terroristi del Mondo libero, compariva l’organizzazione alla quale erano iscritti gli eroi.

E lo erano anche l’anno prima, quando combattevano l’Impero del male.

Ed ora che se ne stavano nelle loro case, a condividere il pane con profughi di religione, lingua, e culture diverse, erano diventati loro i cattivi.

Abdullah era ignorante e non capiva. Noi vediamo…