#Partenza

Quei 30 secondi mi sono sembrati un’eternità.
Dietro il vetro semi oscurato dell’autobus, mi guardavi fisso, mentre ti salutavo dalla strada. Le parole che stavi tacendo mi accarezzavano il viso come se fossero mani calde e rassicuranti. E io, tenevo la tristezza nascosta nelle tasche del cappotto, e ti sorridevo, ancora una volta, lasciandoti andare.
A presto, amore.