#Direttivo 0.8

Maria si drogava.

Il padre di Maria, picchiava la madre, Patrizia.

Patrizia lo tradiva con Stefano.

Stefano era single, aveva deciso di rimanere solo e scopare e basta da quando la sua ragazza lo aveva lasciato dieci anni prima per il suo migliore amico, Francesco.

Francesco non si era fatto scrupoli. Lui era stato innamorato per anni di Vanessa, sua amica che lo sapeva perso di lei e se ne era compiaciuta pur non ricambiandolo

Maria morì di overdose. L’eroina l’aveva venduta Abdoul.

Abdoul era scappato dalla guerra.

La guerra era scoppiata nel suo paese per il controllo dei giacimenti di litio.

La richiesta globale del litio era aumentata per costruire le batterie.

Stefania era una convinto ecologista: votava Berlusconi, aveva una macchina elettrica, un lettore ebook e un cane che amava più di suo marito Pietro.

Pietro lo sapeva ed andava a nigeriane con una macchina a benzina.

Le nigeriane erano scappate dalla guerra per il controllo del petrolio.

Petrolio che arricchiva Steven.

Steven che finanziava Donald.

Donald che vendeva le armi.

“Giacché sappiate, miei cari, che ciascuno di noi è colpevole di tutto e per tutti sulla Terra”