#Editoriale 2.2

Diario di bordo del 26 Febbraio, 2018. 

Buongiorno e buon inizio settimana nostri prodi novellieri, sempre fedeli alla linea.

Anche il collettivo è in allerta per l’arrivo del Burian, il famigerato vento siberiano, caratteristico delle steppe che, con la sua forza inarrestabile, si appresta a gelare, senza fare sconti, lo stivale dal Nord al Sud.

E mentre fischia il vento ed infuria la bufera, noi ci prepariamo ad un’altra settimana di scrittura breve.

Finalmente il collettivo sta prendendo forma, i nostri fedeli novellieri non falliscono un colpo e non fa niente se per una settimana uno di loro non riesce a pubblicare la microstoria, perché dall’altra parte c’è un altro autore che è pronto a riempirne il vuoto. E’ uno scambio di favori involontario che sta rendendo grande questo piccolo collettivo, nato dall’idea di due ragazzi che decisero di stringere il patto morale di fronte al monumentale Verano. Piacciamo, siamo divertenti, siamo sinceri e stiamo iniziando ad aiutarci a vicenda.

Non mi resta che augurarvi una buona settimana. Copritevi bene, il vento dell’est è pronto a spazzare via tutti a cominciare da chi racconta le bugie.