#Bestie

Se ne stava sul terrazzo a riflettere sulle bizzarre situazioni alle quali, proprio da lì, aveva assistito svariate volte.

Una sera capitò di vedere un uomo che avvicinò una signora anziana. Da lontano non capì subito cosa stesse succedendo, ma la sua ottima vista non mentì: quell’uomo la stava minacciando con un coltellino e la signora, visibilmente spaventata, consegnò il suo portafogli.

Oppure quella volta in cui scoppiò una rissa tra giovani. Erano almeno 7 persone e ad un tratto, tra le urla, volarono calci, pugni e anche le sedie del bar vicino. La gente si spaventò parecchio in quella occasione.

Ma c’erano anche tante altre bizzarrie che notava dal terrazzo.
Per esempio, capitava spesso di sentire le persone lamentarsi della sporcizia e di quanto chi doveva pulire non lo facesse a dovere. Poi però, vedeva in continuazione gente che buttava cartacce, bottiglie e quant’altro lungo il loro percorso.

Quanto sono strambi!

A lui sembrava che le persone avessero un’indole naturalmente violenta verso il prossimo; bastava veramente un niente per innervosirli, e poteva percepire la tensione da lontano.

Sono dei predatori perfetti” arrivò a pensare, “aggressivi e… divorano di tutto! Volatili, pesci, altri mammiferi… non risparmiano davvero niente!

Dopo tutte queste riflessioni, Bobby si alzò, si grattò un orecchio con la zampa posteriore, guardò per un’ultima volta la piazza sottostante e, prima di andarsene, pensò sdegnato:

Che bestie che sono questi umani!