#PerColpaDiunTubo

Il foglio appiccicato sulla serranda così recitava: CI DISPIACE PER I SIG. CLIENTI MA A CAUSA DI UNA TUBATURA GUASTA OGGI IL BAR RIMARRÀ CHIUSO.

Marta sbuffò. Odiava cambiare le sue abitudini. Si diresse verso un altro bar 200 metri più avanti. Erano le 8 e già faceva caldo. Entrò, ordinò il caffè macchiato freddo ed un cornetto integrale. Fece cenno alla ragazza di portarglielo al tavolino. Trovò posto in fondo al bar, vicino ad un altro tavolino dove c’era una ragazza che era intenta a guardare il cellulare.

Arrivato il suo caffè, il cellulare della ragazza vicino a lei emise un trillo.

Pronto? Ciaoooo

Mio Dio – pensò Marta – ci mancava la bimbaminkia che strilla

Stava per alzarsi, quando qualcosa la obbligò a rimanere lì.

Una frase detta dalla bimbaminkia. “Le ha raccontato che si fermava in palestra invece era con me ihihihih!

Rimase ad ascoltare un altro po’ e capì. Pagò, uscì e mentre camminava le tornò in mente la storia del cavallo che perse un chiodo e quindi perse il ferro ed il generale perse l’equilibrio e l’esercito perse la guida ed il re perse la battaglia ed infine la guerra. Una guerra persa per colpa di un chiodo.

Sorrise amaramente.

Qui c’era un matrimonio che si sfasciava per colpa di un tubo.