#LInsicuro

A volte vorremmo solo qualcuno che decidesse per noi, che ci dicesse “tranquilla, ora ci penso io a te.” Perché, forse, l’amore è solo qualcuno che riesce a prendersi cura di te meglio di come faresti tu.
Ed è così che voglio parlarvi della nuova chiave della settimana, così insicura che non sa nemmeno di essere una chiave, spaiata, s’intende.

L’insicuro -a differenza dell’Indeciso- non è insicuro su di te, ma su di sé. E’ quello che non si ritiene mai all’altezza, che ha bisogno di sentirsi dire “bravo“, talmente complessato che arriverebbe Troisi in persona a dirgli che “in testa tiene un’orchestra, altro che un complesso.

PSICOLOGI ON LINE? NO? OK.

L’insicuro, qualunque cosa faccia, la sbaglia, ma non perché sia effettivamente sbagliata, ma perché è lui il primo a non crederci e a darsi la zappa sui piedi.
L’insicuro è attratto per la sadica legge del contrappasso dalle donne con un carattere forte che finiscono -di fatto- per annientarli completamente o per annoiarsi e tradirli.
L’insicuro è quello che ti chiede dopo aver fatto l’amore “ti è piaciuto?” che, voglio dire, cosa me lo chiedi a fare? Ammesso che mi abbia fatto schifo pensi davvero che te lo venga a dire?

Tra il Bomber, che ha un ego talmente grande da riempire il buco dell’ozono e l’Insicuro che ti guarda con gli occhi di Bambi dopo aver visto la madre morta nel bosco solo perché gli hai chiesto di prenotare un ristorante, non ci resta che sperare nella giusta via di mezzo: non ci resta che aspettare il Normale.