#Grazie 3.0

Speranza, Federica e Fortuna erano tre bellissime sorelle.

Speranza, gemella di Federica, a 30 anni aveva lasciato il lavoro per girare il mondo con il suo ragazzo. Avevano creato un blog di viaggi per pagarsi le spese. Dopo tre anni spesi così lui l’aveva lasciata perché voleva un figlio, e lei non poteva averne. Avrebbe continuato a girovagare sola, cambiando paese ogni anno, cambiando uomo in ogni paese che visitava, finché in India sarebbe finita coinvolta in un incidente stradale, morendo sul colpo. Dormiva in un bus che viaggiava contromano in autostrada, e passò dal sonno alla morte senza accorgersene.

Federica nella vita aveva creduto solo in una cosa: la famiglia. Ma non era riuscita ad averne una. Amò tre uomini, che l’avevano ricambiata solo per la sua bellezza, finché non si sarebbero stufati della sua bontà. Fondò allora un’associazione per accogliere minori rifugiati e passò la vita circondata dall’affetto di quei bimbi.

Fortuna era una escort di lusso. Politici, banchieri, cardinali, facevano la fila alla sua porta sentendosi benedetti dall’esserne accettati. Era molto soddisfatta del suo mestiere, che le permetteva di comprarsi la migliore eroina sul mercato.