#UnFioresullaLuna

Questa è la storia di un piccolo cane, sempre con il naso all’insù per guardare la sua padrona che non faceva altro che ricambiare il suo sguardo. Al piccolo cane piaceva guardare le stelle; una volta vide la sua padrona tentare di catturarne una con una mano. Lui provò ad abbaiare, dicendole che non era possibile farlo, non riusciva neanche a prendere la sua coda, figuriamoci.

Il piccolo cane era curioso e sempre attento ai movimenti della sua padrona. Aveva la strana sensazione che tramasse qualcosa, la sentiva cantare di strane avventure.

Un giorno sentì parlare di buchi neri; si fiondò in giardino e scavò una buca profonda, ma l’unica reazione della sua padrona fu lavarlo, anzi, non sembrava affatto felice. Il giorno seguente decise allora di  abbaiare più forte che poteva contro la luna, perché la sua padrona voleva tanto andarci e lei era cosi lontana. Aveva paura di essere abbandonato lì sulla terra, quindi decise di non staccarsi mai da lei. Lei che oltre ad essere la sua padrona era prima di tutto un’amica.

Quando la vide triste, perché aveva sogni difficili da realizzare, le regalò una pallina, ovviamente non era la luna, ma almeno avrebbero potuto giocarci e sorridere insieme. Il piccolo cane però aveva una sicurezza. un giorno la sua padrona sarebbe riuscita a coronare il suo sogno: piantare un fiore sulla luna sul quale poterci fare i suoi bisogni.

Fly me to the moon – Diana Krall live