#RideBeneChiRideUltimo

Che ridere quando ce la rischiamo.

Se da una parte pensiamo di essere dei vincenti anche solo per averci provato, dall’altra ce la facciamo nei pantaloni perché sappiamo benissimo che, anche se miracolosamente ci dovesse andare bene, sarebbe solo per una grande sfacciata fortuna.

Quelle poche volte nella nostra vita che siamo riusciti a urlare al mondo “lo sapevo, lo sapevo, lo sapevooooo”, sinceramente non ci credevamo nemmeno noi. Abbiamo millantato di esserci impegnati, di aver sudato lacrime e sangue per raggiungere quel risultato, di aver sacrificato la nostra vita per arrivare a quell’obbiettivo. Ragazzi guardiamoci in faccia, se ce l’abbiamo fatta è perché la dea bendata, per una volta, si è distratta, probabilmente le si stava bruciando il sugo, e noi tac, eravamo lì pronti a farle le scarpe.

Quelli bravi non rischiano mai, o meglio, quelli bravi non rischiano, perché rischiare vuole dire azzardare, provarci senza nessuna certezza di arrivare. Non ci provano neanche, loro lo fanno e ci riescono, e cosa più importante, non hanno quel rivolo di sudore che scende dalla fronte quando lo fanno, come invece capita a noi. Al massimo se fai loro un complimento per il successo ottenuto alzano un sopracciglio in segno di approvazione.

Alla fine però quelli che nei film provocano le standing ovation quando vincono sono i ‘losers’, gli sfigati come noi.

Allora perché voler essere perfetti a tutti i costi, quando quelli che provocano maggiori emozioni, quelli che fanno sperare anche per gli altri, sono quelli che, anche se per una sola volta nella vita, ce l’hanno fatta?