#SeiInRitardo

⁃ Buongiorno!
⁃ Buongiorno, come va sig. Giovanni?
⁃ Tutto bene, stasera vinco al Superenalotto!
⁃ Eh si! Lo dice ogni volta.
⁃ Statisticamente prima o poi ci prenderò!
⁃ Da quanto tempo gioca questi numeri?
⁃ Dal 3 dicembre 1997. Da quando esiste il gioco in pratica.
⁃ Qual è la vincita più alta che ha fatto con questi numeri?
⁃ Un 4, circa 400€.
⁃ Quindi è in perdita.
⁃ Sì ma è quasi maturo. Tra poco recupero tutto con gli interessi.
⁃ Buona fortuna allora sig. Giovanni.
⁃ Mi raccomando, se vinco tu non mi conosci. Ricompenserò il tuo silenzio giovanotto.
⁃ Io non la conosco, non ci siamo mai visti. La busta con i soldi la metta sotto la porta mi raccomando.
⁃ Ma quale busta sotto la porta! Tu vieni a prendere i soldi insieme a me. Sono vecchio, dove vado da solo che so a malapena leggere.
⁃ Allora preparo la valigia!
⁃ Ecco bravo! A domani.
⁃ A domani sig. Giovanni.

Quella volta i numeri del sig. Giovanni non uscirono, ma quella dopo sì. Uscirono tutti e sei.

Purtroppo però, non giocò mai quella schedina perché il giorno prima morì. Essendo solo, fece trovare tutto già pronto e pagato.

Sulla lapide fece scrivere “Chi di speranza vive, disperato muore“, ma a novant’anni tutti quei soldi forse non avrebbero cambiato la sua vita. Il suo era solo un modo per tenersi vivo e sperare ancona in qualcosa. Ma chissà, forse in paradiso o nella prossima vita riceverà in qualche modo il suo premio.