#Complicità

Sonia guarda sua sorella Agata e mentre aspettano che la moka gorgogli, sospira: “Sono preoccupata per la mamma. Ha le allucinazioni. Oggi mi ha detto che ha visto la Madonna. Dobbiamo sentire uno specialista.”

Agata scoppia a ridere, mentre Sonia pensa che sua sorella sia impazzita perché qui di divertente non c’è niente. Si alternano da qualche anno nell’aiutare la madre che non è più in grado di fare tutte le cose da sola, giostrandosi tra lavoro, figli, mariti.

Finalmente Agata si calma. Osserva la sorella maggiore intenerita dalla sua costante preoccupazione e dalla tendenza al melodramma. Sorride alla madre che, nel frattempo, le ha raggiunte in cucina.

“Sonia, é vero che mamma ha visto la Madonna. Oggi i volontari del Comune sono passati per gli auguri di Natale. C’era anche San Giuseppe. Hanno inscenato il presepe vivente. La mamma li ha riconosciuti tutti, ma sapevamo che tu ci saresti cascata. Come sempre.”

Strizza l’occhio alla madre, complice da una vita di questa affettuosa “tortura” a Sonia che forse un giorno non ci cascherà. Per il momento sorridono tutte e tre del bene che così si dimostrano.