#LAllucinazioneCristiana

Chi possieda lo spirito, chiunque conosca l’anima ottiene il lusso della libertà.

Immagina d’esser servo di un Dio severo, o di uno Stato autoritario, che abbia già disegnato in anticipo la traiettoria della tua vita: non avrai margine per fare alcunché di tuo, e il bene e il male, il giusto e l’ingiusto non ti apparterranno. Sarai pedina inerme in un gioco meschino.

Immagina invece d’essere libero nel tuo arbitrio, e di poter scegliere tra il bene e il male, il giusto e l’ingiusto a tua discrezione: tutto risulterà tuo, giacché la decisione si piegherà al tuo piacimento. Sarai creatore e legislatore nel gioco della tua esistenza terrena.

Immagina, ora, che entrambe queste possibilità siano allucinazioni sociali collettive, edificate lungo secoli di falsità ed inganni. Stracciando la cortina dell’illusione, scoprirai invece che ogni tua azione, ogni tua intenzione, è in bilico tra forze contrarie, che si contendono la vittoria; pensieri e sentimenti, motivazioni e emozioni in lotta per emergere dal magma indistinto della tua interiorità. Che vinca l’uno o l’altro di questi, non è mai fortuito: sono l’ambiente in cui sei cresciuto, e le circostanze passate e presenti, e l’educazione sotto cui vieni plasmato a dar forza all’uno o all’altro, e a far sì che l’uno o l’altro prevalga indirizzando il tuo corso.

Cosicché ogni arbitrio è necessario, per quanto spesso dettato da fattori contingenti. Il Caso e la Causa sempre si intrecciano a determinare i tuoi atti. E qui, tu sei libero.