#UnPassaggiAlVolo

Luca stava facendo un giro in bici come tante volte.
La giornata permetteva era il clima perfetto.
Un vento gli accarezzava il viso.
Un un sole tiepido che ti rimetteva al mondo.
Ad un tratto con la coda dell’occhio
vide volare uno di quei palloncini dei bambini.
Quelli di qualche personaggio dei cartoni animati del momento.
Il palloncino catalizzò la sua attenzione.
E in quell’esatto momento all’incrocio c’era Livio.
Anche lui fu rapito da quella scena.
Distrattamente fece per accelerare senza guardare la strada.
Prese in pieno Luca.
Luca finì sul parabrezza ma si rialzò subito.
Livio invece, come disse il prete durante l’omelia, si attaccò a quel palloncino che lo porto via da noi.}
Mamma è stata colpa mia?
Ma no amore, tranquillo, era destino.
È colpa mia non l’ho legato io abbastanza stretto al passeggino.
Doveva andare così.