#Editoriale 6.1

Un felice sabato a tutti voi, lettori e novellieri.
Siamo magicamente scomparsi, puf, nel nulla sconfinato del web.
È stato un anno intenso, siamo partiti a Novembre e siamo giunti un po’ a corto di energie a Luglio.
Abbiamo scoperto che rivoluzionare giornate necessita un impegno concreto e costante.
Ma abbiamo conosciuto gente eccezionale, abbiamo completato una prima fase di crescita, e abbiamo delineato un’identità che, seppur sfumata, tiene unito passato e presente in un continuum.
Microtales è esso stesso un racconto, e nelle mille, forse centinaia (più probabilmente decine) di influenze e volti che ne fanno parte, tira le corde per narrare e/o sparagliare certezze.
Una cosa è certa, possiamo collassare da un momento all’altro, ma questa è la nostra più grande forza.

Il preambolo per ricordarvi che torneremo attivi a metà settembre (probabilmente il 20) e che ci saranno alcuni cambiamenti.

Il primo tra tutti un nuovo imperativo, un imperativo dal romanticismo perduto! Raccontaremo storie che entrino nella realtà per scombinarla, per sconfiggere la banalità del male, per costruire con semplicità e non con semplicismo. Per cambiare il mondo, una vita, o più semplicemente una giornata.

Novellieri imbracciate le penne! diffondetevi e diffondete pensieri.