#Talk 0.1

Apriamo alle discussioni.

Come collettivo abbiamo voglia di elaborare nuove idee.

Riportiamo sotto una piccola chiacchierata in dm, che vorremmo fosse un inizio per un percorso condiviso. Vorremmo continuare sui social, per sviscerarne le possibili potenzialità, e capirne e delinearne i contorni.

Vediamo se questo gioco funziona, e nel caso aveste idee, potrete mandarcele in dm. Poi caso per caso potremmo decidere di aprirle col resto del collettivo. Possiamo trattare svariate tematiche, ma dobbiamo capire se questo possa essere un buon modo per proporle.

Le discussioni che potremmo inserire random nel palinsesto settimanale, non avranno il limite delle 1500 battute, che però rimarrà per tutto il resto dei contenuti.

Microtales: Ottimo! Poi stiamo in fase di riassestamento per cui ci piacerebbe coinvolgere più persone possibili. Anche in dinamiche prettamente organizzative e comunicative. Per crescere come collettivo.

Bluchina: Crescere vorrebbe dire prevalentemente diversificare i contenuti, secondo me, ma senza dispersioni che rendano caotici i vari contributi. A me piace molto la struttura settimanale, si potrebbe pensare di dedicare ogni giorno a uno o due argomenti, per esempio o iniziative, tipo la mia per capirci, che ha una specie di filo conduttore.

Microtales: Interessante! Come lo struttureresti? Soprattutto, come apriresti la discussione a più persone possibili? Nel senso l’idea piace naturalmente, ma vorremmo che fosse anche un’idea condivisa. Finora abbiamo sempre delineato un filo conduttore con gli editoriali, ma non siamo ancora mai riusciti ad aprirci di piu e a crescere ulteriormente.

Bluchina: Penso che la condivisione sia alla base della riuscita di questo come di altri suggerimenti. È la pluralità delle voci che può arricchire il blog, oltre che a diffonderlo. Che poi in fondo sarebbe in linea con quanto fatto con microstorie, solo che si aprirebbe, negli altri giorni, anche ad altro, poesia, politica, temi importanti anche e soprattutto.

Microtales: Afferrato. Il rischio potrebbe essere però quello di banalizzare alcuni argomenti. Nel senso, nonostante il nostro sia un approccio che tende a limitare i caratteri ma non i contenuti, potremmo avere il problema di non discernere a fondo, per esempio, un argomento politico. Magari potremmo pubblicare queste discussioni per dare un incipit.

Bluchina: Sì, la banalizzazione potrebbe essere un rischio, sia per la brevità del numero dei caratteri che per i nostri stessi limiti. Ovviamente, pubblichiamo pure.