#Messaggi

Tutto ha un significato, il mondo ci parla attraverso segnali.
La forma di una nuvola. Un fiore appassito. Il percorso delle gocce di pioggia sul vetro della finestra.
Nulla Γ¨ lasciato al caso, basta saper decodificare i messaggi che l’universo ci invia.

Oggi, per esempio, sono tornato a casa di buon umore, nonostante alcuni fenomeni che una mente superficiale avrebbe potuto interpretare come cattivi presagi.
Ma un’altra lezione che, con estrema umiltΓ , ho imparato Γ¨ che non bisogna mai fermarsi alle apparenze.
Per esempio, lungo la strada ho incontrato un cantiere, che ha causato rallentamenti nel traffico. Gli altri automobilisti erano nervosi, io no. Io so leggere oltre la superficie. Un cantiere Γ¨ un segnale positivo: significa appunto che si puΓ² costruire. Ricostruire.

Non vedo l’ora di dirtelo, Laura, di arrivare a casa per spiegarti che Γ¨ necessario scavare, anche distruggere, per far funzionare un rapporto.
Salgo le scale, il portone era aperto. Non ho dovuto suonare nΓ© rovistare in cerca delle chiavi: altro segno favorevole.
L’appartamento Γ¨ in ordine. Non c’Γ¨ il solito caos di scarpe, borse e roba tua lasciata in giro. Te l’ho detto mille volte, Laura: casa disordinata significa mente disordinata.
Finalmente hai capito.

Sulla tavola, solo la tovaglia e un piatto coperto.
Sollevo trepidante il coperchio.
Un biglietto chiuso in una busta.
La tua inconfondibile grafia contorta, oggi stranamente chiara.
Non ti sopporto piΓΉ. Addio“.
Mo’ che cazzo significa?