#Selfie 🚗👩👻

A Rosie piaceva restare da sola in casa la sera. Stando sul sofà girato verso il televisore, prese il suo smartphone e si scattò una foto.

“Mm… non posso pubblicarla con il pigiama addosso”, pensò.

Premette il tasto ‘Elimina’. La foto scomparve dall’album e lasciò spazio alla successiva che era stata salvata: il led del televisore che segnava le 10:00.

“Ma che foto è?” …D’istinto guardò il led: 9:59.

Rimase per un po’ a fissare il led, confusa.

Cliccò su ‘Elimina’.

La foto successiva ritraeva la finestra alle sue spalle illuminata dai lampioni lontani.

“Questa non l’ho mai scattata!”, disse, e zoomando notò un’ombra all’angolo della finestra. Si voltò a controllare. Un’ombra si mosse veloce dall’angolo esterno del vetro per scomparire subito dopo.

Rosie si alzò di scatto e quasi urlò.

Spaventata, eliminò la foto, ma la successiva la face rabbrividire: ritraeva lei stessa, in quello stesso istante, di spalle, come se qualcuno le avesse appena scattato una foto da dietro.

Si girò di scatto.

Nessuno.

Questa volta scappò a gambe levate. Uscì di casa e si fermò ansimante in strada.

Tremante, cancellò quella foto agghiacciante. La successiva era a dir poco strana: due bagliori, come se fosse stata scattata davanti due lampade accese.

Non capì.

Sconvolta, la eliminò.

La successiva era una foto nera.

Quando sentì lo stridore delle gomme dell’auto che frenava a secco nel disperato tentativo di non investirla, Rosie ebbe appena il tempo di girarsi a guardare:

Due fari accecanti.

Poi il buio.