#Direttivo 1.6

Il direttivo da questa settimana è in sciopero per protestare contro la chiusura estiva di Microtales. La sciagurata proposta, avanzata in assemblea durante la settimana in cui si celebrano la giornata mondiale della libertà di stampa, il secondo secolo dalla nascita di Marx, e in cui le autorità locali hanno chiuso l’Angelo Mai, risuona come … Continua a leggere #Direttivo 1.6

#Direttivo 1.6

Antonio, 1940, operaio di origine partenopee, si trasferisce a Torino per lavorare alla Fiat. Comunista e sindacalista militante, conquista lo Statuto dei Lavoratori, la scala mobile. Il suo unico figlio Nando, nasce nel 1970. Si diploma perito industriale, poi decide di iscriversi all’università, si laurea ingegnere, assunto alla Fiat diventa quadro a tempo di record. … Continua a leggere #Direttivo 1.6

#Direttivo 1.5

-Presidente, il New York Times di oggi -Dai qua… che dicono di me vediamo.. -Insisterebbero su quella storia.. -Vediamo.. beh bene no? Tutta pubblicità!! Meglio del Russiagate sicuro.. -Ha ragione Presidente, ma una parte dell’opinione pubblica si sta dimostrando sensibile all’argomento, gli ultimi sondaggi... -Palle! Metà del mio elettorato si sarà fatto le seghe sui … Continua a leggere #Direttivo 1.5

#Cena

Eravamo appena entrati nel ristorante e già aveva iniziato a spaccare i coglioni ai camerieri perché non ci avevano tenuto il tavolo prenotato mezzora prima. Essì che l’aveva scelto lei.. Ero in trappola. Decisi di affrontare la serata con questa sconosciuta come un natale coi parenti. Scelsi quindi accuratamente la bottiglia di Sauvignon che mi … Continua a leggere #Cena

#Direttivo 1.4

Amalia tornò a casa quel venerdì stremata dalla giornata lavorativa. La settimana era stata intensa. Il week-end di pasqua l’aveva stravolta. Rivedere le due nipotine l’aveva riempita di gioia, quelle creature che sue sua sorella aveva messo al mondo con tanta fatica, che sentiva di amare tanto. Avrebbe avuto volere figli anche lei, ora che … Continua a leggere #Direttivo 1.4

#Direttivo 1.3

La vettura si guidava da sola con un idiota al volante. Arrotata una donna perché attraversava fuori dalle strisce. Morta agonizzante in ospedale poche ore dopo. Sembra debba finire tutto come nei film di fantascienza. I robot inizieranno pian piano ad ammazzarci tutti. E se non fisicamente come in Arizona, togliendoci il lavoro e facendoci … Continua a leggere #Direttivo 1.3

#Direttivo 1.3

Dopo 6 anni finalmente sui giornali il segreto di Pulcinella. Tanto ci hanno messo ad arrestare il maiale. Avrebbe preso una montagna di soldi sporchi di sangue dal porco per pagarsi la campagna elettorale. Poi ha fatto ammazzare il porco. Solo che mica l’ha fatto sgozzare da un macellaio qualsiasi... No! Servivano i caccia della … Continua a leggere #Direttivo 1.3

#Grazie 3.0

Speranza, Federica e Fortuna erano tre bellissime sorelle. Speranza, gemella di Federica, a 30 anni aveva lasciato il lavoro per girare il mondo con il suo ragazzo. Avevano creato un blog di viaggi per pagarsi le spese. Dopo tre anni spesi così lui l’aveva lasciata perché voleva un figlio, e lei non poteva averne. Avrebbe … Continua a leggere #Grazie 3.0

#Direttivo 1.2

Questa settimana avete pagato 3 miliardi a qualcuno. Soldi che servono a proteggere della gente scappata da quelli che tagliavano gole, bruciavano vivi i prigionieri, gettavano gli omosessuali dai palazzi, massacravano donne e bambini e mettevano i filmati su youtube. Quel qualcuno ha trovato il posto perfetto dove mandare un bel po’ di quei disgraziati … Continua a leggere #Direttivo 1.2

#Direttivo 1.1

Arfio era molto fiero della sua città. Usciva tutte le mattine alle 7.30 con la sua Panda per andare a lavorare a Fiumicino. Quel muro infernale di macchine non lo innervosiva. I clacson, i motorini che sembravano entrare da un finestrino e uscire dall’altro, le bestemmie dei fattorini inferociti. Superato San Giovanni poteva aprire finalmente … Continua a leggere #Direttivo 1.1

#Spazio

Tutto le andava stretto. I suoi vestiti, che da quando aveva smesso di controllare la fame nervosa, doveva cambiare in continuazione. La sua stanza, per lo stesso motivo, piena com’era di nuovi abiti. La palestra, dove toccava sempre fare la fila per usare i macchinari. Il suo ragazzo, per il quale dopo tre anni non … Continua a leggere #Spazio

#Direttivo 1.0

"Se vince Tizio ce ne andiamo!" E farebbero bene a sparire. Piangerebbero davanti al primo piatto di pasta scotta. Si troverebbero circondati da scarafaggi e mafiosi senza accorgersene, che il mondo è pieno. E la colpa è loro! Del movimento transazionale della “Destra e Sinistra sono categorie superate”. Sono talmente bestie che non capiscono che … Continua a leggere #Direttivo 1.0

#Direttivo 0.9

Ancora due settimane. I duri e puri perdono pezzi. Chiuse le liste si sono resi conto di averci messo dentro qualsiasi tipo di birbante, in posizioni d’oro. Giurano che rinuncieranno alla cadrega e stipendio annesso una volta vinta la corsa. I birbanti giurano. Il Cavaliere fa il compitino sicuro di vincere, non deve neanche sforzarsi … Continua a leggere #Direttivo 0.9

#Direttivo 0.7

Pubblichiamo democraticamente la lettera di un nostro aspirante autore, censurato la settimana scorsa per averci inviato un racconto intitolato #Identità, che abbiamo poi invitato ad un chiarimento personale nella nostra sezione in provincia di Piacenza. "Ho riflettuto molto quella notte. L’aria fredda, i canti partigiani, i brindisi a Pertini, l’odore di Kebab, quello di Maria. … Continua a leggere #Direttivo 0.7

#Tempo

Il suo amico di infanzia era morto da un anno e veniva a saperlo solo ora. Aveva lottato con un tumore per sei mesi e si era spento. Ora lei stava cercando di rimettere insieme i pezzi di quel periodo. Ricordava che in quei sei mesi aveva ricevuto almeno due chiamate dal suo amico. Lei … Continua a leggere #Tempo

#Direttivo 0.6

Bestie, a Novosibirsk! Questa la sentenza del Commissario Politico, sentito il Consiglio dei Venerabili. Perdete tempo a contare le battute, e avete pubblicato DISGRESSIONE! Per una settimana il Mago e il Maestro dovranno spalare neve e coniugare il verbo Consapere 50 volte al giorno. Come quelli che si scandalizzavano per un pandino in doppia fila, … Continua a leggere #Direttivo 0.6

#Vuoto

Aveva preso l’abitudine ad andarsene lì, sull’orlo del burrone vicino casa, all’ora del crepuscolo. La sua stanza scoppiava di cose, e non riusciva a rilassarsi in mezzo a quella confusione. Così aspettava lì l’imbrunire, passando il tempo a scrivere messaggi al telefono. E scriveva a tutti quelli che avevano dimostrato interesse per lei, agli innamorati … Continua a leggere #Vuoto

#Direttivo 0.5

Nel 1992 A. fu accusato di non aver pagato un gelato. Il gelataio non era riuscito a dimostrare l’accusa, che però era finita inevitabilmente su tutti i giornali suscitando grande scalpore. Per una decina di anni A. uscì dalla scena pubblica. Crisi creativa: tutto quello che faceva non riusciva più. In realtà l’infamante menzogna l’aveva … Continua a leggere #Direttivo 0.5

#Metallo

Una pioggia di piombo fuso. Schiantava il suo passato distruggendo tutto. Spazzava via volti, luoghi, suoni, odori, parole. Innaffiato di vino, di grappa, di scotch, di rum, di qualsiasi cosa avesse ingerito. Urlava, nel buio di una stanza che non era appartenuta a nessuno, su un letto che aveva visto solo sesso sangue e insonnia. … Continua a leggere #Metallo

#Direttivo 0.3

Vademecum per le elezioni: Non si crede nello Stato borghese. Non ci si identifica nei conglomerati politici, che neanche possono più chiamarsi partiti, che rappresentano solo interessi industriali e finanziari. Non si ossequiano istituzioni che fanno solo gli interessi della classe patronale. Non ci si illude della formale e fittizia rappresentanza politica. Non si crede … Continua a leggere #Direttivo 0.3