#Intermezzo(VIII)

Smarriti in un deserto, ovvero senza uno straccio di educazione e di avvenire all'orizzonte, oasi di ristoro e riflessione, relegati a un passato di finzione che non sarebbe fortunatamente più tornato e, in ultimo, non aver nulla da perdere, non possedendo né cultura, né spirito, né sentimento o intelligenza, né alcun'altra caratteristica fondamentalmente umana. Così … Continua a leggere #Intermezzo(VIII)

#IlFascista

I fuochi rimasero accesi quella notte, come tutte le notti, nelle tende, ma erano fuochi più fievoli del solito, ammantati di profonda tristezza; la tristezza di chi subisce, indifeso, sopruso senza mai reagire. Al sorgere del Sole, la vita sarebbe ricominciata normalmente, nell'anormalità di quella condizione disumana. Ma il picchiatore tornava a casa soddisfatto del … Continua a leggere #IlFascista

#LaZingara

Il suo animo era indurito dalle avversità di una vita passata nell'indigenza. Lo stesso però non poteva dirsi della zingara, che nonostante la povertà, ancor più estrema di quella del ladro, manteneva un carattere lieto e gentile. Monia scoprì tante cose di lei e della sua etnia straniera. Straniera non tanto per la nazionalità (che … Continua a leggere #LaZingara

#Leviatano

Ero fuggito dalla città per respirare l'aria quieta del mare, col suo odore di sabbia e di sale, 'ché la vista dell'azzurro sconfinato mi ristorava, spazzando via il male interiore. M'addormentai sulla spiaggia lungo il bagnasciuga, dinanzi l'orizzonte infinito che incanta i fanciulli, l'onde liete a cullare gli orecchi stanchi dei rumori metropolitani. In quell'occasione … Continua a leggere #Leviatano

#LaRicercaDellaVerità

Il suo impegno nella ricerca delle verità più alte non veniva mai meno. Nella tradizione millenaria della cultura filosofico-religiosa universale, la Verità è simboleggiata dall'elemento della luce: la luce del Sole che risplende rischiarando tutte le cose, mai offuscata. Ma l'uomo, sosteneva Platone, è in origine prigioniero di una condizione di schiavitù, la schiavitù dell'ignoranza; … Continua a leggere #LaRicercaDellaVerità

#IlLadro

Forse che tutto era relativo? Questo non poté chiederlo, perché un ladro entrò nella chiesa, subito dopo che il prete ebbe preso l'importo dalla cassetta per contarne l'ammontare, e lo rapinò minacciando i pochi, inoffensivi presenti con una pistola, per poi fuggir via in fretta e furia. Si trattava, in realtà, di una pistola giocattolo, … Continua a leggere #IlLadro

#LoSpiritoDellArte

Io e mio fratello siamo figli d'arte. Cresciuti nella bottega di nostro padre scultore, attorniati da splendidi marmi, seguimmo le sue orme, quali allievi di un abile maestro. Dopo anni di apprendistato incominciammo a lavorare ai nostri progetti, distaccandoci dall'ombra paterna, sotto la quale ci eravamo pasciuti. La nostra concezione del lavoro artistico si è, … Continua a leggere #LoSpiritoDellArte

#IlVizioCapitale

Era un uomo affatto morigerato, e affatto intransigente dal punto di vista morale, ma possedeva un bruttissimo vizio: il suo animo era attratto, e non poteva fare a meno di esperirlo ogni dì, dai piaceri dell'ozio. L'ozio, questo demone insidioso, infimo, rinnegatore di ogni attività sociale, di quell'utilitarismo pragmatico che, a partire dall'Ottocento sino ai … Continua a leggere #IlVizioCapitale

#IlPrete

L'ordine, comunque, sarebbe stato ristabilito ben presto. Lo stupratore soggiornava ora a Milano, avendo sentito, da un tipo, parlare della qualità superiore dello spaccio milanese rispetto a quello romano. In una di quelle chiese un prete raccolse la sua confessione, ma stavolta non passò molto che questi si recò dalla polizia a segnalarne tutti i … Continua a leggere #IlPrete

#IlMetodoScettico

Renè Descartes, detto Cartesio, un giorno, svegliandosi, chiese a se stesso: Che vuol dire filosofare? La scienza filosofica l'aveva sempre attratto come un alcunché di esoterico, incomprensibile ai più; un paese misterioso contenente grandi ricchezze, interamente da esplorare, i cui tesori si rendevano però disponibili solo a pochi eletti. Tuttavia, non aveva mai colto il … Continua a leggere #IlMetodoScettico

#Intermezzo(III)

Così purtroppo avvenne: dopo molte peregrinazioni del giovane spacciatore tra le strade di malfamate periferie romane, e dopo che Monia ebbe visto innumerevoli volti scavati dalla droga, di persone totalmente e masochisticamente dipendenti da sostanze che hanno come unico scopo un'ebbrezza estatica più o meno temporanea concessa al prezzo della sofferenza o persino della morte, … Continua a leggere #Intermezzo(III)

#LaNuovaIdea

"Vedi, caro amico, le contingenze mi sono avverse. Tento di perpetrare l'onestà, d'essere retto con me stesso e con il prossimo. Poi mi volgo attorno, e scorgo solo ipocrisia. Lo Stato, la Chiesa, la Famiglia, la Scuola, il Lavoro; tutte le istituzioni senza esclusioni, e tutti quelli invischiati nell'educazione sociale - cui nessuno sfugge, io … Continua a leggere #LaNuovaIdea

#LoSpacciatore

Il figlio del panettiere era un noto lavativo, famoso in tutto il quartiere e in quelli limitrofi per la sua vita da fannullone. Alcuni, addirittura, osavano additarlo come vero e proprio ragazzo di strada, viste anche alcune sue frequentazioni di dubbia morale. Osservando i sacrifici del padre, e privato egli della necessaria presenza paterna, che … Continua a leggere #LoSpacciatore