#Intermezzo(VIII)

Smarriti in un deserto, ovvero senza uno straccio di educazione e di avvenire all'orizzonte, oasi di ristoro e riflessione, relegati a un passato di finzione che non sarebbe fortunatamente più tornato e, in ultimo, non aver nulla da perdere, non possedendo né cultura, né spirito, né sentimento o intelligenza, né alcun'altra caratteristica fondamentalmente umana. Così … Continua a leggere #Intermezzo(VIII)

#IlFascista

I fuochi rimasero accesi quella notte, come tutte le notti, nelle tende, ma erano fuochi più fievoli del solito, ammantati di profonda tristezza; la tristezza di chi subisce, indifeso, sopruso senza mai reagire. Al sorgere del Sole, la vita sarebbe ricominciata normalmente, nell'anormalità di quella condizione disumana. Ma il picchiatore tornava a casa soddisfatto del … Continua a leggere #IlFascista

#LaZingara

Il suo animo era indurito dalle avversità di una vita passata nell'indigenza. Lo stesso però non poteva dirsi della zingara, che nonostante la povertà, ancor più estrema di quella del ladro, manteneva un carattere lieto e gentile. Monia scoprì tante cose di lei e della sua etnia straniera. Straniera non tanto per la nazionalità (che … Continua a leggere #LaZingara

#IlLadro

Forse che tutto era relativo? Questo non poté chiederlo, perché un ladro entrò nella chiesa, subito dopo che il prete ebbe preso l'importo dalla cassetta per contarne l'ammontare, e lo rapinò minacciando i pochi, inoffensivi presenti con una pistola, per poi fuggir via in fretta e furia. Si trattava, in realtà, di una pistola giocattolo, … Continua a leggere #IlLadro

#IlPrete

L'ordine, comunque, sarebbe stato ristabilito ben presto. Lo stupratore soggiornava ora a Milano, avendo sentito, da un tipo, parlare della qualità superiore dello spaccio milanese rispetto a quello romano. In una di quelle chiese un prete raccolse la sua confessione, ma stavolta non passò molto che questi si recò dalla polizia a segnalarne tutti i … Continua a leggere #IlPrete

#Intermezzo(III)

Così purtroppo avvenne: dopo molte peregrinazioni del giovane spacciatore tra le strade di malfamate periferie romane, e dopo che Monia ebbe visto innumerevoli volti scavati dalla droga, di persone totalmente e masochisticamente dipendenti da sostanze che hanno come unico scopo un'ebbrezza estatica più o meno temporanea concessa al prezzo della sofferenza o persino della morte, … Continua a leggere #Intermezzo(III)

#LoSpacciatore

Il figlio del panettiere era un noto lavativo, famoso in tutto il quartiere e in quelli limitrofi per la sua vita da fannullone. Alcuni, addirittura, osavano additarlo come vero e proprio ragazzo di strada, viste anche alcune sue frequentazioni di dubbia morale. Osservando i sacrifici del padre, e privato egli della necessaria presenza paterna, che … Continua a leggere #LoSpacciatore

#IlPanettiere

Nonostante quel piccolo furto mensile, il panettiere era una brava persona. Monia se ne accorse ben presto e benedì la sua buona stella. Certo, non era facile svegliarsi prima dell'alba, lavorare quando ancora la città dormiva. Ma, in un certo senso, trovava quelle stanche passeggiate al buio rilassanti e, soprattutto, amava vedere il cielo colorarsi … Continua a leggere #IlPanettiere

#Intermezzo(I)

Nelle relazioni, la prima separazione risulta sempre particolarmente traumatica. Così fu per Monia, quando per la prima volta dovette lasciare il suo caro padrone. Quel giorno, nonostante l'aspettasse, ella non aveva idea di star per essere abbandonata d'improvviso, senza nemmeno accorgersene, nel pieno del riposo; senza peraltro poter salutare il vecchio - e, ad ogni … Continua a leggere #Intermezzo(I)

#IlPensionato

Un vecchio pensionato romano ritirò 801,43 euro allo sportello della sua banca. Tale era l'importo, appunto, della sua pensione, oltre il quale non era riuscito a elevarsi, lungo un arco di oltre settant'anni, per contributi versati. La moneta da un euro - che d'ora in avanti chiameremo Monia - era affezionata a quest'uomo come al … Continua a leggere #IlPensionato

#EntrataInCircolo

Questa è la storia di una moneta, una come innumerevoli altre, del valore di un euro, coniata dalla Zecca dello Stato italiano su indicazione del Ministero dell'Economia, secondo l'ordine ricevuto dalla Commissione europea e dalla Banca Centrale, le cui regole ferree riguardo al volume monetario disponibile, è noto, non possono essere mai contraddette. Sopra questa … Continua a leggere #EntrataInCircolo

#UnaMoneta

Giorni or sono, una mattina, mi capitò di mano una moneta, mentre cercavo qualche soldo per il caffè, prima di entrare a lavoro. L'avevo raccolta dal mio portamonete, come faccio sovente, senza osservarla se non per notarne le cifre dei valori, incisi sul fronte a grandi caratteri. Stavolta, però, il mio sguardo cadde per caso … Continua a leggere #UnaMoneta